Lo standard del Labrador

corpo_labradorSTANDARD LABRADOR RETRIEVER

ORIGINE: Gran Bretagna

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD UFFICIALE: 13.10.2010

UTILIZZO: DA RIPORTO

CLASSIFICAZIONE FCI: Gruppo 8 – Cani da caccia, d’ acqua e da riporto

Sezione 1 da riporto.

Sottoposto a prova di lavoro.

 


CENNI STORICI

Popolarmente si pensa che il Labrador Retriever sia originario delle coste della Groenlandia dove i pescatori locali utilizzavano cani apparentemente simili per recuperare il pesce. Un eccellente cane d’acqua, il suo manto resistente agli agenti atmosferici e la coda unica paragonabile a quella di una lontra per la sua forma, ne delineano le caratteristiche.
Il labrador non è una razza molto antica, il suo club di razza fu formato nel 1916 insieme alla redazione del suo del primo standard ufficiale e lo “Yellow Labrador Club” fù fondato nel 1925.
Fu nel Field trial che il Labrador trovò presto fama, essendo stato originariamente introdotto a queste sponde alla fine dell’Ottocento da Col Peter Hawker e il conte di Malmesbury. Il cane si chiamava Malmesbury Tramp Fu descritto da Lorna, contessa di Howe come una delle radici del moderno labrador.

ASPETTO GENERALE: di struttura robusta, compatto, molto attivo (che preclude il peso eccessivo o la sostanza) cranio ampio; ampio e profondo che attraversa il petto e le costole ; I reni e il posteriore sono larghi e forti.

COMPORTAMENTO E TEMPERAMENTO: Buon temperamento, molto agile. L’olfatto è eccellente, la bocca è morbida; amante dell’ acqua . Versatile, ottimo compagno dell’ uomo. Intelligente, docile, con una forte devozione a servire. Gentile, senza tracce di aggressività e di eccessiva timidezza.

TESTA

REGIONE CRANICA: Cranio: Ampio. Modellato senza guance carnose. Stop: definito.
REGIONE FACCIALE:
Naso: Largo con narici ben sviluppate.
Muso : Potente, non appuntito.
Denti/Mascella: Mascella di media lunghezza, La mascella e I denti devono essere forti con una chiusura a forbice perfetta, la parte superiore della dentaturà deve essere sovrapposta e aderente alla parte inferiore.
Occhi: di taglia media, Esprimono intelligenza e buon temperamento, di color marrone o nocciola.
Orecchie: non devono essere ne larghe ne pesanti, portate leggermente arretrate e aderenti alla testa.

COLLO: Pulito, forte, potente, inserito tra le spalle ben piazzate.

CORPO:
Topline: Dritta.
Reni: Larghi, corti e forti.
Tronco: di buona larghezza e profondità, costole ben arcuate a botte (Questo effetto non deve derivare da un peso eccessivo).
CODA: Caratteristica distintiva, molto grossa alla base, si assottiglia via via verso la punta, di media lunghezza, senza frange, Coperta interamente da un pelo corto folto e denso, che le da quell’ aspetto caratteristico a coda di lontra. Può essere portata allegramente ma mai arricciata sopra la schiena.

ARTI

ANTERIORE:
Aspetto generale: Zampe anteriori dritte dal gomito a terra visto sia I fronte che di lato.
Spalla : Lunga e inclinata.
Zampe Anteriori: Forti e di buon ossatura.
Piede: Rotondo, compatto; dita ben arcuate e cuscinetto ben sviluppato.

POSTERIORE:
Aspetto generale: Ben sviluppato, non inclinato verso la coda.
Ginocchio: ben flesso.
Metatarso: Garretto basso. I garretti non devono essere vaccini.
Piede: Rotondo, compatto; dita ben arcuate e cuscinetto ben sviluppato.

ANDATURA E MOVIMENTO
Armonioso, falcata adeguatamente lunga, le zampe dritte e parallele da ogni angolo di vista.

MANTO:
Pelo: Caratteristica distintiva, corto, folto, privo di frange e ondulazioni, non eccessivamente duro al tatto; con sottopelo resistente all’ acqua.
Colore: Nero, giallo, Cioccolato/Fegato. Il giallo spazia dal crema al rosso volpe. Può essere presente una piccola macchia bianca sul petto.

TAGLIA:
Altezza al garrese: Maschio: 56 – 57 cm. Femmina: 54 – 56 cm.

DIFETTI: Ogni deviazione dalla standard è considerata difetto in proporzione esatta alla gravità, considerando i suoi effetti sulla salute e il benessere del cane e sulla sua capacità di eseguire il suo tradizionale lavoro.

DIFETTI PASSIBILI DI SQUALIFICA
Aggressività o timidezza.
Qualsiasi cane che manifesti anomalie fisiche o comportamentali deve essere squalificato.
N.B.: I maschi devo avere due testicoli ben scesi nello scroto.

Pin It on Pinterest

Share This